Servizio Civile Nazionale: pubblicato il bando 2015

È stato pubblicato, in data odierna, il Bando Nazionale di Servizio Civile 2015 con scadenza il 16 aprile 2015 alle ore 14:00.

Tutti i progetti di Servizio Civile presentati da AVIS Nazionale e finanziati dall'Ufficio Nazionale sono consultabili sul sito di Avis Nazionale.

Il totale dei progetti finanziati ad AVIS Nazionale è 14, e il totale dei posti di Servizio Civile assegnati con il Bando di Servizio Civile 2015 è 359, circa il 20% in più rispetto all’ultimo Bando di Servizio Civile finanziato.

Si fa presente, a tutti gli interessati, che con la Determinazione UNSC Prot. 6486 del 10 febbraio 2010, l'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile ha approvato i criteri per la selezione dei candidati di Servizio Civile proposti da AVIS Nazionale con la nota del 31 luglio 2009, Prot. UNSC 26148/II.1.

Come chiaramente indicato in tutti i progetti a bando, i criteri che verranno impiegati da AVIS nelle selezioni dei candidati sono, pertanto, quelli approvati dall'Ufficio Nazionale. Al fine di evitare qualsiasi contestazione si invitano tutti gli interessati a leggere con molta attenzione i criteri impiegati nelle selezioni prima di inoltrare la propria candidatura, soprattutto tenendo conto del fatto che è possibile – ai sensi di legge – candidarsi per un unico progetto, un unico ente e un'unica sede, pena l'esclusione dal bando.

Per presentare la propria candidatura è necessario, quindi, seguire la seguente procedura:

1. Leggere, con attenzione, il Bando Nazionale per il Servizio Civile 2015 e i requisiti, previsti dalla legge, per poter presentare la propria candidatura

2. Leggere, con attenzione, i criteri di selezione dei candidati accreditati ad AVIS Nazionale

3. Leggere, con attenzione, la scheda di sintesi del progetto per il quale ci si intende candidare e gli eventuali particolari obblighi dei volontari durante il servizio indicati nel progetto

4. Individuare la sede di attuazione del progetto per la quale ci si intende candidare e valutare con attenzione la distanza dal proprio domicilio. Il Bando Nazionale di Servizio Civile 2015 prevede che le spese per raggiungere quotidianamente la sede di attuazione del servizio siano a carico dei volontari di Servizio Civile. È possibile candidarsi per un'unica sede di attuazione del progetto, pena l'esclusione.

5. Verificate tutte le condizioni del concorso, presentare la propria candidatura online attraverso il format predisposto da AVIS Nazionale. (link alla piattaforma per la raccolta delle candidature (http://www.serviziocivileavis.it/Candidati/Iscrizione/wfIscrizione.aspx). Si fa nuovamente presente che è possibile inviare un'unica domanda di partecipazione al Bando Nazionale di Servizio Civile, pena l'esclusione. Non è possibile, pertanto, candidarsi per più sedi, per più progetti o per enti diversi nell’ambito dello stesso Bando Nazionale.

6. Al termine dell'inserimento della propria candidatura attraverso il format predisposto da AVIS Nazionale, occorre stampare e raccogliere tutta la documentazione cartacea richiesta in allegato.

7. Verificare, con attenzione, che la documentazione cartacea stampata sia stata correttamente compilata in tutte le sue parti e firmata dove richiesto. Ai sensi di legge non è possibile accogliere domande redatte in maniera incompleta o non corretta. Tali domande non potranno, pertanto, essere prese in considerazione e, ai candidati, sarà in tal caso inviata una comunicazione scritta di esclusione dal Bando Nazionale di Servizio Civile 2015.

8. Verificare, con attenzione, che la documentazione da allegare alla domanda sia corretta e completa. Ai sensi di legge non è possibile accogliere domande prive di uno o più dei documenti richiesti. Tali domande non potranno, pertanto, essere prese in considerazione e, ai candidati, sarà in tal caso inviata una comunicazione scritta di esclusione dal Bando Nazionale di Servizio Civile 2015.

9. Al termine dell'inserimento della propria candidatura attraverso il format predisposto da AVIS Nazionale, tutta la documentazione stampata e raccolta va inviata, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o Posta Elettronica Certificata, ai seguenti indirizzi.
Ai sensi di legge NON è possibile accogliere domande pervenute tramite fax o tramite mail
. Tali domande non potranno, pertanto, essere prese in considerazione e, ai candidati, sarà in tal caso inviata una comunicazione scritta di esclusione dal Bando Nazionale di Servizio Civile 2015. L'indirizzo a cui spedire la documentazione è il seguente:

UFFICIO SERVIZIO CIVILE AVIS NAZIONALE
Viale Enrico Forlanini, 23
20134 Milano

Oppure

INDIRIZZO PEC: avisnazionale@pec.it

10. Ai sensi di legge NON fa fede il timbro postale. Le candidature pervenute presso l'ufficio oltre il termine indicato dal Bando Nazionale non potranno, pertanto, essere prese in considerazione e, ai candidati, sarà in tal caso inviata una comunicazione scritta di esclusione dal Bando Nazionale di Servizio Civile 2015.

AVIS Nazionale ricevuta la documentazione ne verificherà la correttezza. Non è prevista, per legge, la richiesta di integrazione della documentazione inviata. Non è, pertanto, possibile inviare alcun tipo di documentazione integrativa.

Ai candidati che avranno inviato, entro i termini indicati dal Bando Nazionale, tutta la documentazione richiesta in forma corretta e completa, verrà inviata la convocazione ad una delle giornate di selezione.

La mancata partecipazione ai colloqui di selezione da parte di AVIS Nazionale comporterà l'esclusione dal bando. Ai candidati che non si presenteranno ai colloqui di selezione nelle date indicate da AVIS Nazionale verrà inviata una comunicazione scritta di esclusione dal Bando Nazionale di Servizio Civile 2015.


Per poter partecipare alle selezioni è necessario stampare la mail di convocazione di AVIS Nazionale. Non è possibile presentarsi alle date di selezione senza la convocazione di AVIS Nazionale che attesta la correttezza della documentazione cartacea verificata in sede nazionale.

Maggiori informazioni sul Servizio Civile Nazionale sono disponibili sul sito www.serviziocivile.it o nella pagina del sito www.avis.it/serviziocivile espressamente dedicata. Invitiamo, pertanto, tutti gli interessati ad acquisire tutte le informazioni utili prima di presentare la propria candidatura.

Per ulteriori chiarimenti o informazioni è possibile contattare l'Ufficio Servizio Civile di AVIS Nazionale, preferibilmente via mail, all'indirizzo: serviziocivile@avis.it o al numero di telefono 02/70.00.67.86 – interno 3, esclusivamente nel seguente orario di ufficio: da lunedì a venerdì dalle 9:00 alle 13:30 e dalle 14:00 alle 17:30.

CANDIDATI AL SERVIZIO CIVILE, PARTE IL TIROCINIO PRESSO L’AVIS TRANI “saranno circa 37 mila i giovani che potranno partecipare ai progetti di servizio civile nazionale”

Secondo fonti ufficiali provenienti proprio dall’Ufficio del Servizio Civile Nazionale: “Un esercito di giovani senza divisa: i primi 37 mila verrano “reclutati” a partire dal prossimo ottobre utilizzando risorse avanzate dal fondo nazionale del servizio civile”. Di questi 37 mila una parte saranno destinati anche alla nostra regione, e quindi anche alla nostra sede Avis Trani.

L’Avis Trani, ente accreditato al Servizio Civile dal 2009, è una delle prime sedi in Avis Puglia che ha già accolto ben 14 ragazzi, di età compresa tra i 18 e i 28 anni. Molti di loro sono rimasti volontari attivi all’interno della nostra sede, che attraverso un percorso formativo sia generale che specifico ha consentito loro di acquisire competenze anche in campo professionale, difatti molti di loro hanno messo a disposizione della sede le proprie competenze professionali, trasformando la nostra sede una vera e propria palestra di vita.

L'impegno del Governo a dare concreta attuazione allo sviluppo e al potenziamento del servizio civile nazionale è stato confermato dalla pubblicazione, in data 16 giugno, dell'avviso agli enti per la presentazione dei progetti di servizio civile nazionale e dei progetti di servizio civile nazionale connesso al programma "Garanzia giovani. Ad affermarlo è l'On. Luigi Bobba, Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega alle politiche giovanili e al servizio civile, che sottolinea come "questa scelta apre altresì la strada alla concreta realizzazione dell'obiettivo, annunciato dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi, di impegnare negli anni futuri in un servizio civile universale fino a 100.000 giovani".

"Con l'utilizzo delle risorse del Fondo nazionale del servizio civile disponibili per gli anni 2014 e 2015 e con quelle previste per l'attuazione del programma Garanzia giovani" -precisa Bobba- "sarà possibile far partire circa 37mila giovani, di cui circa 11.000 con i progetti di Garanzia giovani".

Il bando emanato è unico ma i procedimenti di selezione dei progetti sono differenziati. Quelli di servizio civile nazionale relativi all'attuazione del programma Garanzia giovani saranno sottoposti ad una valutazione di idoneità senza attribuzione di punteggio e formazione di graduatoria. "Tale procedimento, innovativo delle precedenti prassi amministrative" -sottolinea Bobba- "consentirà di completare la selezione dei progetti per Garanzia Giovani entro la fine di settembre, così da consentire di selezionare e avviare i giovani entro la fine del 2014".

I progetti di servizio civile nazionale finanziati con il Fondo saranno invece sottoposti alla consueta procedura di selezione, conformemente a quanto indicato nel nuovo Prontuario approvato con il DM del 30 maggio 2014 e pubblicato sul sito del Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale. Le partenze dei giovani che saranno selezionati dagli enti è prevista per i primi mesi del 2015.

"Sia la Consulta nazionale per il servizio civile che le Regioni" -aggiunge Bobba- "hanno espresso parere favorevole all'adozione di tale procedura, che darà la possibilità a molti giovani, in tempi brevi, di poter svolgere un servizio utile alla propria comunità e fare un'esperienza da valorizzare sul piano formativo e professionale". "Il Dipartimento" -conclude il Sottosegretario- "è fortemente impegnato sull'attuazione di questa politica attiva e fornirà tutto il supporto necessario per garantire celerità e speditezza delle procedure".

L’Avis Trani offre anche quest’anno la possibilità di svolgere brevi tirocini propedeutici alla presentazione della domanda, in vista della pubblicazione, ad ottobre, del prossimo Bando Nazionale di Servizio Civile.

L’effettivo svolgimento del tirocinio offre, da una parte, la reale opportunità per i candidati di avvalersi di punteggi aggiuntivi in sede di valutazione, e dall’altra, per l’Avis, di poter conoscere più approfonditamente i candidati prima dei colloqui di selezione.

 

Chiunque fosse interessato può compilare il modulo d’iscrizione al tirocini ( di seguito allegato).

Il modulo va consegnato unitamente al proprio curriculum vitae, presso la sede dell’Avis Trani in C.so Imbriani n. 209, tutti i giorni dal lunedì al sabato, dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 17, alle 20,00. Oppure, per maggiori informazioni chiama il 392.9162071.

Download
Modulo+di+iscrizione+SCN+2014.docx
Documento Microsoft Word 47.8 KB

Comunicato Stampa - 20 novembre 2014 - A JOB&ORIENTA di Verona l’incontro “Servizio Civile Nazionale: tra presente e futuro”

"Servizio Civile Nazionale: tra presente e futuro" è stato il tema dell'incontro  organizzato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, svoltosi oggi nell'ambito di Job Orienta alla Fiera di Verona. L’incontro è stato aperto dal Capo del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, Calogero Mauceri,  che ha sottolineato come l’opportunità di crescita personale offerta ai giovani attraverso il servizio civile nazionale si possa coniugare con una prospettiva di maggiore occupabilità. “ La partecipazione al programma Garanzia giovani - ha aggiunto Mauceri – con la recente pubblicazione dei bandi per la selezione di volontari nelle Regioni che hanno inserito nel loro Piano la misura servizio civile nazionale, è una concreta testimonianza di quanto sia reale tale prospettiva.”

 

A seguire l'intervento del direttore dell’Ufficio per il servizio civile nazionale, Raffaele De Cicco, il quale ha ricordato che nella prossima primavera dovrebbe essere emanato il bando ordinario per un numero di posti prossimo a 27.000.

 

Il presidente della Consulta, Giovanni Bastianini, ha illuminato l’altra metà della luna, quella che non si vede ma è indispensabile, l’impegno degli enti di servizio civile nazionale che accolgono i giovani e li accompagnano nella loro progettualità di crescita personale e civile. A concludere l’incontro, Il sottosegretario on.le Luigi Bobba, che ha sottolineato l’importanza di non disperdere la disponibilità dei ragazzi all’impegno volontario. “ I dati dell’Eurobarometro - ha aggiunto il sottosegretario- ci dicono che i giovani europei per il 35% sono disponibili  individualmente ad esperienze di volontariato e solo il 12 % a farlo in forma organizzata. Gli enti devono saper raccogliere questa disponibilità e farne tesoro. Questa esperienza deve costituire per i giovani un piccolo capitale che ognuno si porta dietro come valore positivo.” “Stiamo lavorando anche ad un sogno - ha aggiunto Bobba - alcuni giorni fa a Milano abbiamo discusso sull’idea di un servizio civile europeo; abbiamo il sogno di realizzare un Erasmus del servizio civile, giovani che la mente e con il cuore attraversino l’Europa”.

 

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale

Ufficio Organizzazione e Comunicazione

Servizio Comunicazione

SETTIMANA DELLA DONAZIONE DEL SANGUE DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

L’Avis Trani invita tutti i volontari in Servizio Civile della città di Trani ad aderire alla settimana di donazione di sangue dei Volontari in Servizio Civile Nazionale, che si terrà da lunedì 15 a domenica 21 dicembre.

 

L’evento in occasione della ricorrenza della legge istitutiva dell’obiezione di coscienza (legge 15 dicembre 1972, n. 772), vedrà coinvolti circa 15.000 giovani tra i 18 e i 28 anni, tra cui oltre 300 volontari attualmente impiegati nelle 120 sedi Avis accreditate sparse su tutto il territorio nazionale. A questi si potranno aggiungere anche tutti gli ex volontari, per un totale di oltre 300.000 giovani!

 

«Questa iniziativa sarà l’occasione per dimostrare, soprattutto a sé stessi, come “il Servizio Civile Nazionale cambia la vita, tua e degli altri” non sia solo uno slogan, ma una scelta d’impegno civico che si rinnova quotidianamente». Così si legge nel comunicato stampa diramato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile, promotore dell’iniziativa assieme ad AVIS, CRI, FIDAS, FRATRES e Centro Nazionale Sangue.

Vi presentiamo i Volontari del Servizio Civile 2013

Pagina in costruzione


Giovanna Pappalettera
Giovanna Pappalettera

Sono Giovanna Pappalettera, ho 27 anni e da diverso tempo svolgo la professione di addetta alla vendita in diversi settori. Da ormai 3 anni faccio parte del più pazzo gruppo di giovani volontari che abbia mai conosciuto, quello dell'Avis Trani!

 

Spero che il mio anno di SCN sia pieno di sorprese che mi fortifichino caratterialmente e che mi arricchiscano sotto l'aspetto umano. Mi auguro di potermi impegnare al meglio nella promozione della cultura del dono del sangue e degli emocomponenti con l'entusiasmo e la gioia che hanno contraddistinto questi anni in Avis.  

La mia aspettattiva più grande è avvicinare quanti più giovani possibile non solo al mondo del volontariato in Avis, così da poter accrescere di nuove energie e talenti il nostro fantastico Gruppo Giovani, ma soprattutto di trasmettere loro l'unicità della gioia che si scopre donando: essere in buona salute e stare così bene da salvare una vita!


Mi chiamo Valerio, ho 28 anni.

Svolgo il Servizio Civile presso l'AVIS Trani poiché ritengo che la donazione volontaria del sangue sia un gesto disinteressato, estremamente nobile e credo sia fondamentale la sua  diffusione.

Oltre alla crescita formativa personale un obiettivo che mi prefiggo è quello di fornire il mio aiuto per cercare di incrementare le donazioni di sangue e di emocomponenti soprattutto fra i più giovani.


Claudia Martinelli
Claudia Martinelli

Mi chiamo Claudia ho 24 anni sono un’Assistente Sociale e quest’anno sarò una volontaria del Servizio Civile all’Avis Trani!

La decisione di voler vivere quest’esperienza è legata al fatto che la mia professione è prettamente sociale, per cui voler intraprendere quest’avventura per me è un dovere più che un diritto! E come ogni dovere che si rispetti è importante portarlo fino in fondo ed è ciò che farò! Cercherò di dare il meglio di me all’Avis Trani e il mio obiettivo principale sarà quello di lasciare un’impronta innovativa e soprattutto positiva!......Quindi che dire..

 

Che l’avventura abbia inizio!!


Vi presentiamo i Volontari del Servizio Civile 2012

Chiara Scarnera
Chiara Scarnera

Sono Chiara Scarnera, ho 22 anni e vivo a Trani. Diplomata presso il Liceo socio-psico pedagogico ho intrapreso la facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Foggia, sospesa da un annetto. Ho fatto domanda per il servizio civile, con alle spalle un anno di volontariato in Avis, consapevole del grandissimo impegno che l’associazione e la sua mission, richiedono. Ogni giorno ci sono tantissime cose da fare tra assistenza ai donatori al Centro Trasfusionale, organizzazione di vari eventi promozionali e attività in sede. Con questa esperienza sento di dare il mio contributo a chi opera per una nobilissima causa come quella delle donazioni di sangue e ho constatato che la disponibilità e l’impegno dei volontari sono fondamentali per il raggiungimento di buoni risultati. Al mio fianco, oltre ad altri 3 volontari del Servizio Civile, ci sono un Presidente e un Gruppo Giovani stupendo, impegnatissimi nell’Avis comunale di Trani a farsi da portavoce del messaggio che l’associazione vuole trasmettere. Ho avuto, inoltre, durante le giornate di formazione generale, la possibilità di conoscere e confrontarmi con altri 23 ragazzi che come me svolgono il servizio civile in Puglia condividendo abitudini comuni e non. Tantissime novità mi hanno travolto durante questi primi mesi e tante altre sono dietro l’angolo ad aspettarmi. E’ un’esperienza che ha davvero “colorato” la mia vita e che aprirà tante strade davanti a me!

 


Giorgia Di Martino
Giorgia Di Martino

Mi chiamo Giorgia e ho 21 anni. Sono una studentessa dell'Università di Bari e  sto per frequentare il terzo anno del corso di studi: Scienze e Tecniche Psicologiche.
Ho intrapreso questo percorso di studi credo adatto a me, per ciò che sono oggi e ciò che vorrei essere domani, cercando di  tirar fuori il meglio delle mie potenzialità.
Se qualcuno chiedesse di descrivermi con poche parole , tra queste sicuramente ci sarebbe la parola: Avis, che da due anni a questa parte si può dire di aver "stravolto" la mia vita.
Il mondo del volontariato è un mondo meraviglioso, che ti cambia la vita, te la stravolge ma nel senso migliore che ci sia. L'aspetto strordinario è che si impara a pensare, ponendo dinanzi a sè, l'altro.
Il primo approccio è stato quello di formazione, fatta nella mia scuola, che però a dire il vero non è bastato per attenuare la mia paura verso gli aghi. Dopo la maturità invece avevo deciso di dare un'altra chance a me stessa, con questa possibilità di aiutare il prossimo, con questo immenso gesto, quale: la donazione di sangue. Da quel momento fortunatamente ho capito che l'Avis non era solo donazione del sangue, ma è molto altro, è tutto ciò che c'è prima di arrivare all'atto: telefonate al donatore, promozione, disponibiltà e in particolar modo: buona predisposizione verso il prossimo. L'emozione più grande e gratificante di tutte, e senz'altro il GRAZIE  che i donatori porgono dopo avergli offerto un piccolo ristoro o essergli stata semplicemente accanto durante la donazione.
Da Febbraio svolgo in Avis una delle esperienze più formative della vita, che a parer mio ogni ragazzo dovrebe avere la possibilità di svolgere: il Servizio Civile Nazionale.
Un'esperienza che sicuramente mi aiuta e mi aiuterà anche in futuro a costruire la mia identità. E' una cultura quella della donazione di cui sempre sarò promotrice poichè sempre sarò orgogliosa della scelta intrapresa.


Giuseppe Povia
Giuseppe Povia

Pagina in costruzione.


Mariangela Curci
Mariangela Curci

Mi chiamo Mariangela Curci, ho 22 anni e sto studiando per poter superare il test di Scienze Infermieristiche! Il mio sogno, infatti, è diventare un’infermiera!

Sono socia Avis da quando ho compiuto 18, nel 2008. Ho cominciato a donare dopo aver partecipato a un incontro di formazione a scuola organizzato dall’Avis Trani e ho continuato a farlo perché ho sempre creduto nell’importanza della donazione.

Sono entrata a far parte del Gruppo Giovani di Avis Trani, proprio durante una mia donazione, quando vidi una giovane volontaria di SCN assistermi e aiutarmi prima, durante e dopo la donazione. Ero quasi gelosa della mansione che aveva la volontaria e pensai che anch’io potevo impegnarmi ed essere una volontaria come lei.

Cosi da quel giorno, 18 Ottobre 2010 , con lo stesso entusiasmo che ancora oggi conservo per l’Avis, dopo un anno di attività, eventi, consulte, e di volontariato, eccomi qui, volontaria di Servizio Civile Nazionale! Sicuramente sarà un’importante momento di crescita e di formazione personale, ma spero di dare anche tutta me stessa per promuovere la cultura del dono di sangue, degli emocomponenti, quindi, dell’Avis.

 


Graduatorie Servizio Civile 2012

Download
Graduatoria Puglia
5358_documento.pdf
Documento Adobe Acrobat 79.4 KB

Vi presentiamo i Volontari del Servizio Civile 2011

Domenico Catania
Domenico Catania

Mi chiamo Domenico ho 26 anni, ho conseguito la laurea triennale in Scienze Politiche, ed ora sto conseguendo la laurea di secondo livello in Scienze dell'Amministrazione presso l'Università degli Studi di Bari.

 

Sono socio AVIS, da quando ho compiuto 18 anni. Ho sempre creduto nel gesto della donazione del sangue, e quindi ho aspettato con ansia i 18 anni per poter cominciare a donare.

Ho incontrato l'AVIS quando frequentavo il Liceo, però ne sono diventato parte integrante da poco più di un anno, quando ho cominciato il tirocinio per il Servizio Civile, insieme a tanti altri ragazzi, con i quali abbiamo ricostituito il gruppo giovani.

 

Sono tantissime le attività che portiamo avanti in nome dell'AVIS, e questo comporta molto impegno, però tutti noi lo facciamo con tanta passione e con tanto amore, perchè avvicinandoci all'Associazione abbiamo scoperto un mondo che a molti è sconosciuto, nel quale ci sono tante persone che soffrono e che hanno seri problemi di salute, persone alle quali con un piccolo gesto riusciamo a regalare una speranza.

 

Ed è per questi motivi che sono davvero orgoglioso di svolgere il Servizio Civile in AVIS,  perchè mi è stata data l'opportunità di formarmi, cercando di fare qualcosa di buono per gli altri.


Rosa Anna Palone
Rosa Anna Palone

Mi chiamo Rosa Anna, ho quasi 24 anni, e sto per conseguire la laurea di secondo livello in Psicologia delle Risorse Umane presso l’Università di Bari.

 

Mi sono avvicinata all’Associazione in estate e  ho incontrato tanti altri giovani che come me avevano deciso di presentare la domanda per il Servizio Civile. L’Associazione è diventata per noi un nuovo luogo d’incontro dove discutere, proporre idee nuove e fare progetti in nome di Avis. Abbiamo conosciuto i “senior” dell’Associazione e collaborato con loro confrontandoci continuamente e facendoci sostenere dalla loro esperienza.

 

Sono una Volontaria nel vero senso della parola perché oltre a svolgere le mie ore di servizio partecipo alle Consulte Giovani Provinciali e Regionali e a tutte le altre attività organizzate dall’Associazione.

 

Il Servizio Civile è un importante, e spesso unica, occasione di crescita personale e di educazione alla solidarietà e alla cittadinanza attiva. Questa esperienza mi ha permesso di conoscere questa bella realtà e il mio proposito è continuare a frequentare ed essere membro attivo dell’Associazione anche quando terminerà quest’anno di formazione.

 


Settimana della donazione del sangue dei volontari in Servizio Civile dal 14 al 20 marzo


Graduatoria dei volontari per il Servizio Civile Nazionale 2011 in Avis

Download
Graduatoria Puglia
graduatoria.pdf
Documento Adobe Acrobat 163.6 KB

Vi presentiamo i Volontari del Servizio Civile 2010

Luisa Sgarra
Luisa Sgarra

Mi chiamo Luisa ho 26 anni e sono laureanda in Scienze Politiche - Relazioni Internazionali e Studi Europei, presso l’Università degli Studi di Bari.

 

La partecipazione attiva e la rappresentanza mi hanno sempre appassionato. Dal 2004 mi impegno nel sociale e, attualmente, sono volontaria del Servizio Civile presso l’Avis Comunale di Trani – Sez. A. Menga.

 

Volontaria nel senso pieno della parola: oltre le mie ore di “servizio”, infatti, faccio parte attiva del  Consiglio Direttivo Comunale dell’Avis Trani e del Consiglio Provinciale dell’Avis Bari.

 

Sono stata pioniera del neonato gruppo provinciale avis giovani e coordinatrice dello stesso sino a marzo 2009. 

Quest’anno sono impegnata nella Consulta Regionale Avis Puglia in qualità di coordinatrice regionale.

Il mio obiettivo è aumentare in maniera esponenziale la partecipazione attiva dei ragazzia alla nostra associazione, Avis.


Barbara Nichilo
Barbara Nichilo

Mi chiamo Barbara, ho 25 anni, e sto per laurearmi in Lingue per la Comunicazione Internazionale presso l’Università di Macerata.

 

Grazie al Servizio Civile sto conoscendo un mondo nuovo, un mondo che da tempo volevo conoscere per approfondire le mie conoscenze sulla donazione, avevo infatti provato varie volte a donare senza mai riuscirci.

 

Ora ne ho capito finalmente le motivazioni e il 21 novembre 2009 sono riuscita a donare per la prima volta. Un’azione molto importante che spero di poter ripetere!

 

Il Servizio Civile è un’esperienza unica ed irripetibile. Ho conosciuto e continuo a conoscere molta gente, imparo cose nuove ogni giorno e cosa non meno importante sto pian piano riuscendo a superare delle piccole fobie.

 

Ricordate: donare è un semplice gesto che può salvare una vita!